LA DECIMA EDIZIONE DEL PREMIO SVILUPPO SOSTENIBILE

Il Premio, destinato ad imprese italiane eccellenti nel campo della green economy, è una iniziativa della Fondazione per lo sviluppo sostenibile e di Ecomondo e ha ricevuto sin dal primo anno l’Adesione del Presidente della Repubblica. Non ha la finalità lucrative, è aperto a una libera e gratuita partecipazione e punta a far emergere e promuovere le migliori imprese italiane nel settore. Le imprese che ritengono di aver realizzato eccellenze ambientali possono proporre la loro candidatura allegando la documentazione richiesta. Le adesioni verranno quindi esaminate da un’apposita Commissione di esperti sulla base di criteri stabiliti nel Regolamento del Premio: l’efficacia dei risultati ambientali conseguiti, con particolare riferimento alla mitigazione della crisi climatica, il contenuto tecnologico innovativo, i risultati economici e occupazionali raggiunti e le possibilità di diffusione, in Italia e all’estero. Dal 2009 l’iniziativa ha avuto un ampio consenso e successo: numerosissime le imprese che ogni anno, nei diversi settori, hanno proposto la loro candidatura; 30 imprese ogni anno (10 per ogni settore scelto) vengono selezionate e segnalate e di queste, le prime 3 vengono premiate con una Targa del Premio. Ogni anno viene stampata la pubblicazione del premio, diffusa anche online, contenente i riferimenti delle imprese selezionate e premiate e le relative motivazioni. La Cerimonia di Premiazione di questa 10° edizione si svolgerà a Ecomondo, Rimini, l’8 novembre, prevedendo, in occasione del decennale del Premio, una nutrita presenza di stampa e pubblico.

SCOPRI LE PASSATE EDIZIONI

VEDI

LA GIURIA 2018

Edo Ronchi dal 2008 è Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, dal 2009 al 2013 è stato docente di progettazione ambientale all’Università di Roma e dal 2001 al 2006 è stato docente di Legislazione dell'ambiente all'Università di Bologna. Ministro dell'Ambiente durante la XIII legislatura (1996-2000). Ha ricoperto il ruolo di sub commissario per il risanamento ambientale dell’ILVA dal giugno 2013 al giugno 2014. Autore di numerosi articoli e pubblicazioni fra le quali: Uno sviluppo capace di futuro (2000), La riforma dei rifiuti. I nodi critici (coautore di, 2001), La tutela delle acque (coautore di, 2002), Un futuro sostenibile per l'Italia (a cura di, 2002), Ecologia come seconda modernità (2003), Il territorio italiano e il suo governo (a cura di, 2005), Vento a favore (coautore di, 2011), Per uscire dalle due crisi (a cura di, 2012), Un Green New Deal per l’Italia (a cura di, 2013); La transizione alla Green Economy (2018).
Silvia Zamboni, laurea in filosofia, è giornalista professionista esperta in sviluppo sostenibile, economia circolare, agricoltura e manifattura biologica, politiche urbane sostenibili, sharing economy, democrazia partecipativa. Già corrispondente da Berlino per il manifesto e la rivista Pace e guerra, e redattrice del mensile La Nuova Ecologia, ha collaborato e collabora a varie testate tra cui: Corriere della Sera (pagine di Scienza), l’Unità, micron, Materia Rinnovabile, Qualenergia, Ecoscienza, BC. Su Rai 3 ha condotto “Greenpeace” e per Rai Radio 3 ha ideato e condotto i programmi su buone pratiche di sostenibilità ambientale in Italia e all’estero Vai col vento, La città in cammino, Effetto Terra, La via verde (2016), e Decidere insieme (su esperienze di democrazia partecipata). È autrice dei libri Ecogalateo (1988), Città contro l’effetto serra (2005, con Karl-Ludwig Schibel), Rivoluzione bici (2010), L’Italia della green economy (2012). Ha curato il libro-intervista a Edo Ronchi e a Pietro Colucci Vento a favore (2011) e il volume Un’altra Europa.Sostenibile, democratica, paritaria, solidale (2014). È stata assessora all’Ambiente del Comune di Bologna (1996-1999). Ha fatto parte del Consultive Forum on Environment and Sustainable Development della Commissione europea. Dal 2009 è membro della giuria del Premio Sviluppo Sostenibile e dal 2012 del Comitato Scientifico dell’Ecoistituto di Bolzano. www.silviazamboni.it
Fabrizio Tucci Professore Associato Abilitato Ordinario in Tecnologia dell’Architettura, strutturato dal marzo 2001 presso la Facoltà di Architettura, Dipartimento PDTA, dell’Università di Roma “La Sapienza”, ove è Coordinatore del Dottorato di Ricerca in "Pianificazione, Design, Tecnologia dell'Architettura". Coordinatore nazionale del Tavolo degli Stati Generali della Green Economy per l'Edilizia e l'Urbanistica. Coordinatore del Gruppo di lavoro nazionale degli Esperti del "Green City Network" della Fondazione Sviluppo Sostenibile. Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana della Tecnologia dell'Architettura. Coordinatore del Cluster nazionale "NZEB - Nearly Zero Energy Building" della SITdA. Dal 1996 è anche Visiting Professor presso Università italiane e straniere, tra le quali la Technische Universität München e la Universitè de Grenoble. Esperto valutatore per il CIVR (Comitato Italiano per la Valutazione delle Ricerche). Coordinatore della Collana “Progetto/Tecnologia/Ambiente” per la Casa Editrice Alinea, oggi Altralinea, di Firenze (dal 1999). Consulente scientifico del giornale “Il Sole 24 Ore – Edilizia e Territorio” e dell'Ente "Casa Spa" di Firenze. Membro del Comitato Scientifico di 10 collane editoriali e riviste scientifiche. E’ autore di circa 200 pubblicazioni scientifiche tra articoli, saggi e proceedings, e di 10 libri monografici.
Alessandra Astolfi, laurea in sociologia dell’organizzazione all’università di Urbino, due master in formazione del personale e direzione delle risorse umane a Milano presso l’Ismo (Istituto Multidisciplinare sulle Organizzazioni Complesse). Corsi di team building, empowerment e leadership ai quadri dirigenziali di grandi gruppi industriali come Telecom, Banca d’Italia, Metro ecc. Dal 1997 lavora a Rimini Fiera (oggi IEG) come Group brand manager. Sin dalla fondazione è la project manager di Ecomondo, appuntamento leader in Europa nella Circular & Green Economy e key Energy sulle energie rinnovabili, mobilità e smart cities che ospita oltre 1.300 imprese e 100 associazioni italiane ed estere.
Andrea Barbabella, nato a Roma nel 1974 e laureato in Scienze ambientali, è responsabile dell’area Energia e il clima e di quella Strategie e il reporting della Fondazione per lo sviluppo sostenibile (www.fondazionesvilupposostenibile.org). Dal 2013 coordina il gruppo di lavoro “Energia e Clima” degli Stati Generali della Green Economy (www.statigenerali.org), iniziativa promossa da 66 organizzazioni d’impresa in collaborazione con i Ministeri dell’ambiente e dello sviluppo economico. Ha realizzato e coordinato numerosi studi e ricerche sui temi dell’energia e della green economy, elaborato strumenti e modelli di contabilità delle emissioni e degli assorbimenti di carbonio, collabora con imprese e amministrazioni pubbliche alla realizzazione di piani di mitigazione/adattamento al cambiamento climatico. Nell’ambito della Corporate Social Responsability ha sviluppato una originale metodologia per il reporting e la pianificazione strategica, il Green Economy Report e le Green Strategy. Svolge attività convegnistiche e di formazione presso Università e Centri di ricerca ed è autore di numerose pubblicazioni.