Skip links

Edilizia green

14° edizione del Premio per lo sviluppo sostenibile

Il Premio "Edilizia green: efficienza energetica, rinnovabili, materiali innovativi" è realizzato con la partecipazione di ENEA ed è rivolto Imprese, Startup e Amministrazioni locali che abbiano realizzato o in corso di realizzazione progetti, attività, servizi innovativi (non sono ammessi progetti non ancora realizzati) che facciano riferimento ad esempio a tecnologie per l’efficienza energetica e la riduzione dei consumi, materiali, componenti e tecniche costruttive che diano luogo ad ambienti interni più salubri e con un maggior grado di ecocompatibilità, soluzioni atte a promuovere un approccio Life Cycle, soluzioni per il controllo, riduzione e riutilizzo della risorsa idrica, di valorizzazione di risorse energetiche recuperabili sul territorio, monitoraggio delle perfomance energetiche degli interventi.

Il Regolamento del Premio

Vai al Regolamento

Partecipa

Leggere attentamente il Regolamento e l’anteprima delle domande prima di procedere con la compilazione del modulo. Una volta inviata la domanda di adesione non sarà più possibile modificarla.

Anteprima delle domande
Compila la candidatura

Il Premio è rivolto a Imprese, Startup e Amministrazioni locali che abbiano realizzato o in corso di realizzazione progetti, attività, servizi innovativi (non sono ammessi progetti non ancora realizzati e/o prototipi) che facciano riferimento ad esempio a:

  • tecnologie per l’efficienza energetica e la riduzione dei consumi, elementi architettonici finalizzati al risparmio energetico, sistemi tecnologici per la bioclimatica passiva nell'edilizia e per il comfort microambientale;
  • materiali, componenti e tecniche costruttive che diano luogo ad ambienti interni più salubri e con un maggior grado di ecocompatibilità;
  • soluzioni atte a ridurre gli impatti dell’attività edilizia sull’ambiente considerando l’intero ciclo di vita utile – e in generale a promuovere un approccio Life Cycle;
  • soluzioni per il controllo, riduzione e riutilizzo della risorsa idrica;
  • soluzioni, progetti di valorizzazione di risorse energetiche recuperabili sul territorio adozione di sistemi di monitoraggio delle perfomance energetiche degli interventi;
  • adozione di sistemi di monitoraggio delle perfomance energetiche degli interventi.
Per le Startup verranno considerati ammissibili i progetti che hanno un TRL (Technology Readiness Levels - Livelli di Maturità Tecnologica (TRL) secondo la Commissione Europea) dal 5 in su. https://ec.europa.eu/research/participants/data/ref/h2020/other/wp/2018-2020/annexes/h2020-wp1820-annex-g-trl_en.pdf

Ad ogni candidatura verrà assegnato un punteggio, formato dalla somma dei punti assegnati per ogni criterio nelle modalità specificate nel presente Regolamento. I criteri oggetto del punteggio sono valutati sulla base:

  • A) dell’efficacia dei risultati ambientali e climatici;
  • B) del contenuto innovativo: o l’impiego di una nuova tecnica e/o una nuova pratica, o il miglioramento significativo di una tecnica e/o di una pratica già utilizzat e/o dei loro impieghi;
  • C) dei risultati economici prodotti con particolare riferimento alla remunerazione dell’investimento e all’occupazione prodotta;
  • D) delle possibilità di diffusione, in particolare in Italia.
Per ciascuno dei requisiti alle lettere A), B, C) D) la Commissione attribuisce un punteggio che va da uno a dieci punti. La graduatoria dei partecipanti è formata dalla somma dei punti ottenuti. Nel caso di parità del punteggio fra due o più partecipanti della medesima graduatoria, prevale quello col punteggio più alto nel requisito di cui alla lettera A), nel caso di ulteriore parità si procede con le altre lettere fino ad un eventuale sorteggio finale. Sulla base del punteggio verranno selezionate e premiate 10 imprese di cui:
  • 1 come “Primo Premio Impresa per Edilizia green 2024“
  • 9 come “Impresa segnalata per Edilizia green 2024”
La Commissione

Edilizia green

Presidente di Commissione: Edo Ronchi

Edo Ronchi

Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile dal 2008. Dal 2009 al 2013 è stato docente di progettazione ambientale all’Università di Roma e dal 2001 al 2006 è stato docente di Legislazione dell'ambiente all'Università di Bologna. Ministro dell'Ambiente durante la XIII legislatura (1996-2000). Ha ricoperto il ruolo di sub commissario per il risanamento ambientale dell’ILVA dal Giugno 2013 al Giugno 2014. Autore di numerosi articoli e pubblicazioni fra le quali: Uno sviluppo capace di futuro (2000), La riforma dei rifiuti. I nodi critici (coautore di, 2001), La tutela delle acque (coautore di, 2002), Un futuro sostenibile per l'Italia (a cura di, 2002), Ecologia come seconda modernità (2003), Il territorio italiano e il suo governo (a cura di, 2005), Vento a favore (coautore di, 2011), Per uscire dalle due crisi (a cura di, 2012), Un Green New Deal per l’Italia (a cura di, 2013); La transizione alla Green Economy (2018).

tucci
Fabrizio Tucci

Professore Ordinario di Progettazione Ambientale e Tecnologia dell'Architettura, strutturato dal marzo 2001 presso la Facoltà di Architettura della Sapienza Università di Roma, ove è: Direttore del Dipartimento di Pianificazione, Design, Tecnologia dell'Architettura (dal 2021); Direttore del Master di II livello in Progettazione Tecnologica Ambientale (dal 2020); Coordinatore del Curr. Progettazione Tecnologica Ambientale del Dottorato di Ricerca PDTA (dal 2020); Responsabile scientifico del Progetto Flagship 2 "Energy Transition and Digital Transition in Urban Regeneration and Building Construction" del Rome Technopolo, PNRR Sapienza (dal 2022); Responsabile Scientifico degli scambi internazionali con i Politecnici di Monaco di Baviera e Vienna, con le Università di Bretagne, Nantes, Nancy in Francia, di Mons e Gent in Belgio, di Tirana in Albania, di Rosario in Argentina (dal 2007); Responsabile scientifico degli scambi internazionali di dottorato con le Ecole Nationale Supérieure d'Architecture (ENSA) di Grenoble, Touolouse, Nancy e Paris-Malaquais, e con l'Università Politecnica di Tirana (dal 2019); Coordinatore del Dottorato di Ricerca in "Pianificazione Design Tecnologia dell'Architettura", Sapienza (2014-2022); Direttore scientifico e coordinatore di 70 conferenze internazionali (dal 2001); Principal Investigator e Direttore Scientifico di 45 ricerche nazionali e internazionali (dal 2001); Supervisore di 50 tesi di dottorato e di oltre 300 progetti di tesi di laurea (dal 2001). Ha conseguito 32 premi tra concorsi internazionali di progettazione e riconoscimenti alla carriera (dal 1998). È anche: Coordinatore dell'International Green City Network della Sustainable Development Foundation (dal 2017); Coordinatore del Gruppo di Lavoro Nazionale degli Stati Generali della Green Economy per l'Architettura e l'Urbanistica (2015-2020); Membro del Comitato scientifico internazionale di 10 collane editoriali e riviste, e membro del Comitato editoriale di 2 riviste. È autore di oltre 300 pubblicazioni tra articoli scientifici, saggi in volume, atti di convegni, e di 28 libri.

Monica Misceo

Ha conseguito la Laurea in Ingegneria Civile, il Dottorato di Ricerca in Scienze della Terra (Geologia) e un master in "Gestione e Controllo dell'Ambiente", alla Scuola S. Anna di Pisa, discutendo una tesi su "Metodologia di verifica e analisi del Rapporto Ambientale". Lavora in ENEA dal 2000, Unità Tecnica di Efficienza Energetica, dove attualmente è Responsabile del laboratorio Progetti e Nuove Pratiche per la Riqualificazione Energetica degli Edifici. Negli anni ha maturato esperienza nel coordinamento di progetti di ricerca europei (compiti gestionali e tecnici): attualmente è responsabile per ENEA del Progetto Horizon Europe “REHOUSE- Renovation packagEs for HOlistic improvement of EU’s bUildingS Efficiency, maximizing RES generation and cost-effectiveness”, in particolare per il dimostratore italiano oggetto della attività di ricerca.  E’ responsabile scientifico della convenzione con la Regione Puglia sul Catasto APE degli Edifici e progettazione e realizzazione del Sistema automatizzato degli Impianti Termici e referente per la convenzione con la Sezione Politiche Abitative della Regione Puglia.  E’ membro del Comitato direttivo del Distretto Regionale LA NUOVA ENERGIA. Fornisce supporto alla Pubblica Amministrazione locale sulle tematiche relative all’efficienza energetica e sui PAESC (attraverso la partecipazione alla cabina di regia dei PAESC) e alle università locali. Autrice di articoli sulle tematiche dell’efficienza energetica.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza d'uso.